Posted By Diyar Üren Mehrovî on 10/13/2017

Sere d’estate al Museo: 15 settembre 2017. “Gli Etruschi senza mistero”

Sere d’estate al Museo: 15 settembre 2017. “Gli Etruschi senza mistero”

Proseguono venerdì 15 settembre le aperture serali straordinarie del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia con un’estensione dell’orario fino alle 22.30.  Il biglietto, eccezionalmente scontato a 3 euro (ridotto a 1,50 per i cittadini dell’Unione europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni e gli altri aventi diritto), è acquistabile a partire dalle 19.00 e fino alle 21,30.L’ingresso è gratuito per i minorenni e gli altri aventi diritto e per i titolari dello speciale abbonamento annuale al Museo. Il programma di iniziative offerte nel corso della serata è interamente incluso nel costo del biglietto.

ore 19.00-20.30 (Sala della Fortuna, fino ad esaurimento dei posti disponibili)Gli Etruschi senza mistero (a cura di Valentino Nizzo)Introduzione del Direttore del museo al ciclo di "lezioni", che avrà poi regolarmente inizio a partire dalla seconda metà di ottobre,volte ad approfondire, anche alla luce delle più recenti scoperte archeologiche, gli aspetti di maggior interesse della storia e della cultura degli Etruschi, cercando di sfatare qualche “mito” e di svelare qualche presunto “mistero”, senza nulla togliere al fascino che avvolge da secoli una delle civiltà più importanti dell’Italia preromana.  

dalle ore 20.00 alle ore 21.30Apertura di Villa Poniatowski Apertura straordinaria della splendida villa costruita nella seconda metà del XVI secolo e ristrutturata alla fine del Settecento da Giuseppe Valadier su commissione di Stanislao Poniatowski, nipote dell’ultimo re di Polonia, che custodisce al suo interno le antichità provenienti dall’Umbria (Terni, Gualdo Tadino e Todi) e dal Lazio antico (in particolare da Satricum e da Palestrina con i sontuosi corredi delle tombe Barberini e Bernardini).

ore 21.00 (Concerto nel cortile principale di Villa Giulia) Diyar Üren Mehrovî, “Jîyane qaçax berdewame” (“…la vita errabonda/clandestina continua…”). Il talentuoso artista curdo, Diyar Üren Mehrovî, accompagnato da Dîlcîvan Üren (bendir e altre percussioni etniche) e da Valerio (chitarra), al suono del baglama saz, una sorta di liuto a manico lungo, eseguirà canti di libertà e di amore per la propria donna, che diviene, in contesti come questo, allegoria e metafora per la propria terra di origine, divisa, occupata e martoriata. 

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Menu-Utility/Immagine/index.html_1479566728.html


Comment Below! (With Facebook Login)
View Profile

Music Artist
Member since 08/20/2017

Contact Diyar Üren Mehrovî!

TheStage.com Newsletter!

Search Articles & Press Releases

Follow TheStage.com

TheStage.com Newsletter!